CHI SONO

Ciao, sono Fabiana Sacco, ex estetista, ex insoddisfatta della mia forma fisica. Oggi sono una Coach, una professionista che aiuta e supporta le donne che, come te, vogliono vivere bene la loro forma.

Mi piace definirmi Curvy Coach, un po’ perché il fatto di essere una taglia XL è una mia caratteristica, un po’ perché parla delle donne a cui mi rivolgo.

Sentiamo sempre parlare di come ritrovare la nostra forma, di come migliorarci, di come dimagrire, definire, tonificare il nostro corpo. tutti aspetti assolutamente validi, aspetti che condivido se questo è il tuo desiderio. Se quello che ti fa star bene è perdere peso o vederti diversa da come sei oggi va benissimo. Se quello che vuoi è imparare ad accettarti così come sei va benissimo, l’importante per me è che i tuoi obiettivi siano buoni per te.

Sentiamo sempre parlare di come ci sentiremo quando saremo più magre, più sode, più definite; ma come ci sentiamo oggi, nella nostra forma, non è altrettanto importante? Non sarebbe meraviglioso poterci sentire bene ANCHE come siamo adesso? Per anni ho desiderato essere diversa e nel frattempo ho vissuto male, anche quando ero molti chili meno di oggi! Come sarebbe stata diversa la mia vita se, intanto che inseguivo i miei sogni estetici, mi fossi accettata comunque? Avrei vissuto molto meglio! Mi sarei fatta tanti problemi in meno, sarei stata più sicura di me, avrei afferrato al volo occasioni che mi sono lasciata scappare perché non mi sentivo abbastanza bella per meritarmele… sembra sciocco ma sono certa che mi capisci e forse è successo o sta succedendo anche a te. Lascia che ti racconti qualcosa di me e come sono arrivata ad essere Curvy Coach.

Il cibo per me è sempre stato un grande piacere. Fin da piccola ricordo che mangiavo volentieri, mi piaceva praticamente tutto.

Da ragazzina ero quella cicciona, nel gruppo di amici ero sempre la più corpulenta. Quando ho cominciato con le uscite in discoteca, da adolescente, oppure passeggiando per le vie del centro, erano sempre le altre che attiravano gli sguardi dei ragazzi. Le fermavano, si complimentavano con loro, le corteggiavano ed io, in disparte, mi fingevo distratta o disinteressata mentre dentro la delusione mi mangiava il cuore.

Ho sempre avuto un approccio negativo nei confronti del mio fisico: l’idea della mia forma, di come mi stavano i vestiti, di come mi sentivo io rispetto alle ragazze più magre ha condizionato pesantemente la visione di me. Era un continuo mettermi a dieta, perdere qualche chilo e poi smettere. Le uniche volte in cui ho raggiunto i miei obiettivi di peso mi sono aiutata con pillole antifame anoressizzanti. Dimagrivo un sacco, mi godevo qualche mese da magra e riprendevo tutto con gli interessi.

Ero persa in un circolo vizioso che si alimentava così:

SONO PIGRA – SONO GOLOSA – NON MI VA DI RINUNCIARE AL CIBO – NON MI VA DI FATICARE CON LO SPORT – PER CAMBIARE DOVREI STRAVOLGERE LE MIE ABITUDINI – SONO TROPPO PIGRA PER FARLO e da capo.

Ormai ero arrivata al punto di pensare che qualsiasi cosa di negativo accadesse nella mia vita era in qualche modo riconducibile al problema peso. Ero convinta che tutte le mie insoddisfazioni, delusioni, sconfitte derivassero da lì.

Quando ho cominciato il percorso per diventare Coach ho dovuto affrontare la montagna. Imparando ad aiutare e sostenere gli altri ho necessariamente applicato su me stessa gli strumenti di coaching; mi sono vista davvero e ho visto i miei limiti e le mie paure, ne ho preso atto e non ho potuto far altro che trovare la MIA soluzione, che non era quella che mi aspettavo!

Ho capito che c’era soltanto un modo per evolvere e non era dimagrire! Era fare pace una volta per tutte con quella parte di me che ho sempre nascosto, che aveva il cuore mangiato dalla delusione. Dovevo prendere quella bambina cicciona, quella ragazzina in disparte e quella donna annientata dal circolo vizioso e perdonarle. Dovevo accoglierle, abbracciarle, amarle per quello che erano e smetterla di far loro la guerra.

Agosto 2019, quando ancora mi nascondevo dietro a qualunque cosa, fosse anche una maglietta simpatica!

Questo pensiero è stato come un catalizzatore: nel momento in cui mi sono resa conto che soltanto mostrandole al mondo sarei “guarita” quelle parti di me si sono unite e hanno dato forma al mio nuovo modo di pensare e di vivermi.

E’ stata come una valanga che non ho potuto fermare e ne è scaturita la vera Fabiana che ha smesso di vergognarsi della propria taglia, che non si veste più sempre e solo di nero, che crede nella propria forza e bellezza, che pensa e ragiona come se avesse già raggiunto tutti i suoi obiettivi, sia personali che professionali.

Sono la Coach che ha vissuto tutte le paure, le delusioni e le frustrazioni di una vita passata a non sentirsi bene nel proprio corpo. Sono quella persona che sa esattamente di cosa stiamo parlando, che sa come ci si sente a non trovare mai il vestito che ti piace, perché, sai, “quelle taglie lì noi non le teniamo”, a dover subire gli sguardi di chi si sente migliore solo perché veste una taglia “normale”, so cosa significa sentirsi sempre fuori posto a causa del proprio peso. Sono la coach che vorrei avere avuto io!

Cosa faccio? Trovo con te il tuo reale obiettivo, la tua strada e il tuo modo per arrivarci. Ti aiuto a sentirti bene nei tuoi vestiti, se è quello che vuoi, indipendentemente dalla tua taglia. Ti sostengo nel tuo percorso per dimagrire, se è questo che ti serve. Non ti do consigli alimentari, non ti dico cosa devi mangiare o che sport devi fare, non ti vendo prodotti dimagranti e integratori.

Sono qui per accompagnarti nel tuo percorso verso lo stare bene con te stessa, per vivere bene, di qualunque taglia tu sia.